in evidenza

Mia Natural Skin Care

Linea MIA natural skincare è la mia nuova linea viso cosmetica naturale di alta qualità, 100% Made in Italy, progettati con formulazioni appositamente studiate per aiutare a prevenire l’invecchiamento della pelle e rispristinare la naturale idratazione del corpo, lasciandolo così più liscio sodo e radioso.
E’ una linea BIO non testata su animali.

il Blog di

samanta robecchi
naturopata psicosomatica

Consigli alimentari nella terapia oncologica (parte2)

Consigli alimentari nella terapia oncologica (parte2)

Ciao a tutti,

continuiamo a parlare di consigli alimentari nella terapia oncologica.

Prendiamo in considerazione alcuni effetti collaterali che si osservano nel corso delle terapie antitumorali.

ANORESSIA

Lo scarso appetito è uno fra i più comuni problemi che si hanno nella malattia oncologica e nel suo trattamento.

Eccovi per questo alcuni suggerimenti che vi possono essere d’aiuto:

  • coinvolgere il paziente in normali attività, senza forzarne la volontà
  • creare uno stato di calma e serenità
  • far percepire gli alimenti come parte essenziale della terapia
  • utilizzare il colore e la musica come terapia (tovaglie colorate, musica di sottofondo, compagnia)
  • non necessario mangiare a pasto ma principalmente quando arriva la fame con piccoli pasti durante la giornata
  • variare i menù
  • aumentare l’apporto calorico durante la colazione
  • mangiare a piccoli bocconi i cibi preferiti, durante la giornata
  • optare per alimenti ad alto contenuto calorico e facili da assumere come gelati, budini, yogurt, frappè
  • introdurre integratori alimentari ad alto contenuto proteico
  • preferire cibi a temperatura ambiente
  • bere lontano dai pasti
  • fare esercizio fisico non pesante un’ora prima del pasto

MUCOSITE ORALE E FARINGEA

Questo effetto collaterale si verifica dopo l chemio-radioterapia o dopo infezioni, disidratazione, scarsa igiene orale, ossigenoterapia, alcolismo, tabagismo, carenza proteica.

Alcuni alimenti possono irritare la mucosa infiammata, è cosi necessario scegliere gli alimenti ed osservare un’accurata igiene orale.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • scegliere cibi morbidi e facili da masticare e deglutire
  • cuocere i cibi sino a renderli soffici
  • tagliare il cibo in piccoli pezzi
  • usare la cannuccia per i liquidi
  • consumare i cibi a temperatura ambiente
  • evitare i cibi irritanti: agrumi, spezie, toast, ecc
  • non consumare alcolici e fumo

DISGEUSIA

Si possono anche osservare alterazioni del gusto, con una riduzione del sapore dei cibi.

Eccovi alcune soluzioni:

  • preferire cibi che hanno un aspetto gradevole alla persona
  • marinare i bidi priteici
  • usare piccole quantità di aromi come basilico, origano e rosmarino

NAUSEA

La nausea associata o no al vomito, è un effetto collaterale comune. Alcuni approcci consigliati sono:

  • preferire cibi secchi
  • evitare cibi unti, molto dolci e molto aromatizzati
  • mangiare spesso e lentamente piccole quantità di cibo
  • mangiare cibi con aromi con limone e menta
  • evitare di mangiare in un ambiente poco ventilato, troppo caldo
  • ridurre la quantità di liquidi assunti durante i pasti
  • assumere bevande fresche
  • non sforzarsi di mangiare il cibo
  • riposarsi dopo i pasti
  • evitare di mangiare 1 o 2 ore prima del trattamento

DIARREA

La diarrea può essere associata alla cura antitumorale, con sede addominale, per infezioni, sensibilizzazione ai cibi, turbamento emotivo, effetto collaterale di farmaci. La diarrea severa o prolungata può causare altri problemi poiché i cibi transitano velocemente attraverso l’intestino prima che vengano riassorbite sufficienti quantità di vitamine, minerali ed acqua.

Alcune linee pratiche:

  • introdurre alimenti con quantità ridotta di fibre
  • eliminare i cibi unti, frutta e vegetali crudi
  • bere abbondantemente durante il giorno ma lontano dai pasti
  • i liquidi assunti devono essere sempre a temperatura ambiente
  • evitare bevande gassate
  • assumere sostanze contenenti sodio e potassio
  • evitare cibi e bevande che contengono caffeina
  • evitare alimenti dolci

STIPSI

La stipsi è un effetto collaterale dovuto ad alcuni antitumorali o farmaci tra cui gli oppioidi.

Alcuni consigli:

  • bere abbondantemente lontano dai pasti
  • bere una bevanda calda mezz’ora prima dell’ora abituale di defecazione
  • mangiare cibi ricchi di fibre come crusca, frutta e verdura
  • bere succhi di frutta freschi, mangiare datteri, albicocche, prugne
  • ridurre cibi come cioccolato, formaggio, uova

INTOLLERANZA AL LATTOSIO

L’intolleranza al lattosio si verifica quando l’intestino non è in grado di digerire o assorbire questo zucchero. Il lattosio è contenuto nel latte, nei prodotti addizionati con latte e in alcuni latticini. L’intolleranza può insorgere dopo terapia antibiotica, dopo radioterapia sullo stomaco o comunque dopo ogni terapia che coinvolga il trattamento digestivo.

Occorre quindi seguire per qualche giorno una dieta povera di lattosio.

 

Come da indicazioni rapportate anche nell’edizione del Dott. Mario Airoldi (divisione di oncologia medica ospedale oncologico San Giovanni Antica sede Torino) e del Dott. Andrea Pezzana (Dietetica ospedale oncologico San Giovanni Antica sede Torino)