Chi è Samanta Robecchi?
Filosofia / Fitoterapia

Fitoterapia

Cos’è
Il termine “fitoterapia” deriva dal greco “phytòn”, che significa “pianta”, ma allo stesso tempo anche “creatura”: è curioso come questo duplice significato nasconda un concetto profondo. La radice, infatti, deriva dal verbo “phyto” (generare ed essere generati), che indica il processo della fertilità, della creazione: si può notare un evidente parallelismo che accomuna una pianta all’essere, cioè all’uomo e alla vita.

Applicazioni
La fitoterapia può trovare un’importante applicazione accostandosi all’uso dei farmaci convenzionali: è buona regola, comunque, attenersi sempre ai consigli del medico, per evitare conseguenze spiacevoli di interferenza. Per fare un esempio, non si dovrebbe mai assumere l’iperico (Hypericum Perforatum) con altre medicine, perché potrebbe modulare l’assorbimento dei farmaci assunti. Ecco perché la fitoterapia è anche competenza del medico, oltre che dell’erborista. La competenza e la responsabilità rappresentano due qualità indispensabili per un medico, anche in ambito fitoterapico, perché, talvolta, è proprio dal medico stesso che dipende la vita e la salute delle persone.
Per rendere ancor più chiaro il concetto, si deve sottolineare che il farmaco di sintesi, protagonista della medicina convenzionale, spesso si limita a curare i sintomi senza agire sulle cause; l’erba, figura di spicco nel panorama fitoterapico, e la medicina alternativa in genere, si pongono invece l’obiettivo di alleviare la causa che sta alla base del disturbo, occupandosi dell’individuo in toto e della sua salute a 360 gradi (importanza di un corretto stile alimentare e di vita, meditazione, attività fisica ecc.). Probabilmente, è proprio per questo motivo che l’uomo del terzo millennio si è maggiormente avvicinato alla fitoterapia e alle medicine complementari o non convenzionali, allo scopo di sradicare il disturbo alle sue fondamenta.

Automedicazione
La riscoperta della fitoterapia, negli ultimi due decenni, ha portato gli studiosi ad analizzare con occhio più critico ed attento le piante medicinali: nonostante i rimedi a base di erbe esistano dagli albori della vita, in alcuni casi non si è ancora raggiunta una certezza scientifica che giustifichi gli effetti terapeutici dimostrati dall’uso empirico e dalla tradizione popolare. Ecco che molte persone scelgono l’auto-medicazione con erbe dalle supposte proprietà terapeutiche: così facendo, commettono l’errore di basarsi su concezioni personali, filosofiche ed idee prive di fondamento scientifico, che come tali non portano a nessun risultato concreto, se non, talvolta, al peggioramento della situazione pre-esistente.
Quindi è corretto l’uso della fitoterapia a supporto della medicina convenzionale, ma sempre sotto il consiglio di una persona competente ed esperta, perché anche le piante possono nascondere degli effetti secondari indesiderati.

La curanaturale per il tuo benessere

Vetrina

Selezionati per te

Le ultime dal blog

Pane della salute fatto in casa?

Ciao gente,  questo progressivo ritorno alla normalità mi fa un po’ paura, sinceramente: riscoprire il valore del tempo ci ha davvero cambiati.  È come se qualcuno ci avesse brutalmente imposto di fermarci: dovevamo farlo, dovevamo rompere quella anormalità a cui ci eravamo tanto (erroneamente) abituati. Ecco che finalmente ci siamo presi cura di noi, della casa, della famiglia e […]

Leggi l'articolo

Colazione integrale vera?

Buongiorno a tutti, stiamo passando un tempo memorabile, il tempo del Covid-19. In questo momento cosi particolarmente difficile, cerchiamo di prestare attenzione ancora di più a cosa mangiamo. Ecco perchè preferiamo cucinare che acquistare cibi già pronti….si fa presto a scrivere sulla confezione le parole che attirano, che rievocano il benessere. Non fermiamoci all’apparenza, basta […]

Leggi l'articolo

STILE DI VITA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Consapevolezza, respirazione alimentazione sana Credo che nessuno di noi abbia mai vissuto un evento traumatico come questo, i tempi del Coronavirus appunto. Col rispetto di chi sta lavorando in trincea negli ospedali, di chi non ce l’ha fatta e di chi ha perso persone care. Fino a qualche settimana fa vivevamo la nostra vita, piena […]

Leggi l'articolo