in evidenza

Mia Natural Skin Care

Linea MIA natural skincare è la mia nuova linea viso cosmetica naturale di alta qualità, 100% Made in Italy, progettati con formulazioni appositamente studiate per aiutare a prevenire l’invecchiamento della pelle e rispristinare la naturale idratazione del corpo, lasciandolo così più liscio sodo e radioso.
E’ una linea BIO non testata su animali.

il Blog di

samanta robecchi
naturopata psicosomatica

Mancanza di ferro?

Mancanza di ferro?

Oggi voglio parlarvi di mancanza di ferro.

In questo periodo dell’anno ricevo tantissime richieste in studio da persone che risentono del cambio stagione, anche con sintomi che vanno dall’affaticamento, alla stanchezza, ai giramenti di testa.
Questa situazione spesso è causata da una mancanza di ferro nell’organismo.

Cosa fa il ferro?
Aumenta la resistenza allo stress e alle malattie, è un rafforzatole del nostro sistema immunitario, rinforza le unghie, i capelli, favorisce la crescita nei bambini, aumenta l’energia dell’organismo.
La sua carenza è stata dichiarata come una delle principali più diffuse al mondo. Accade spesso infatti che anche chi segue un alimentazione variegata, ne sia carente.

Il ferro contenuto negli alimenti non sempre è assorbitile dal nostro organismo. Perché?
Cerco di spiegarvi meglio il motivo di questa osservazione.

Conosciamo due tipi di ferro:

  • il ferro eme notevolmente assorbibile dall’organismo, lo troviamo negli alimenti come pesce e carne
  • il ferro non-eme soprattutto contenuto nei vegetali e poco assorbibile dall’organismo

In effetti gli alimenti che contengono tanto ferro sono i pesci, le carni rosse, il tuorlo d’uovo, il pollo e le frattaglie.
Mentre negli alimenti vegetali, troviamo il ferro nei legumi come lenticchie, carote, barbabietole, cereali integrali, frutta secca, cioccolato fondente e cacao.

L’assorbimento del ferro
Per far si che il ferro venga maggiormente assorbito, dobbiamo assumere la Vitamina C, ecco perché è importante condire le verdure con succo di limone, o incrementare l’assunzione di verdura come rucola e peperone.
Non tralasciamo l’aggiunta di cipolla e aglio nella nostra alimentazione, che potenziano la biodisponibilità del ferro.

Sostanze che limitano l’assorbimento del ferro
Dobbiamo prestare attenzione ad alcune sostanze che limitano l’assorbimento del ferro, come caffè e tè, gli spinaci, la crusca dei cereali, oppure l’eccesso di vino rosso, zinco, fosforo e calcio.
Ecco perché è cosa buona, non assumere troppo vino ai pasti o bere il caffè a fine pasto.

Chi rischia una carenza maggiore?

La maggior carenza di ferro è nei bambini dai 6 ai 10 anni, oppure nelle donne in gravidanza e allattamento.
Anche individui in età avanzata, negli sportivi e nelle adolescenti, sono soggetti a rischio.

Quali sono i sintomi?
I sintomi più comuni sono:

  • Debolezza
  • Spossatezza
  • Pallore
  • Caduta dei capelli
  • Pelle spenta
  • Unghie fragili
  • Sonnolenza
  • Irritabilità
    Difficoltà di concentrazione
  • Mancanza di memoria
  • Tachicardia
  • Dimagrimento
  • Inappetenza
  • Respiro accelerato
  • Facilità a contrarre infezioni

Come combattere la mancanza di ferro?
Sicuramente il primo passo è fare delle analisi del sangue specifiche come il ferro libero nel plasma, la ferritina e la transferrinemia.
Fatti tutti gli accertamenti, il secondo passo è l’introduzione maggiore di alimenti contenenti ferro. Se ciò non dovrebbe bastare, possiamo aiutarci con integratori specifici tipo la Vita C, che ne favorisce l’assorbimento.